TABLEAUX VIVANTS

Le scorse settimane, in pieno lockdown , è stata offerta la possibilità di poter visitare, in modo virtuale, musei, pinacoteche e luoghi d’arte. Un bel modo per sublimare le ansie e le incertezze, immergendosi in  dimensioni trasversali, nel tempo e nello spazio, seguendo l’estro creativo degli artisti di tutte le epoche e di ogni provenienza geografica.

I nostri Studenti, magistralmente condotti dai loro Docenti, non hanno voluto essere solo spettatori, ancorché di prima fila, grazie alla qualità resa possibile dai new media digitali. Sono entrati nell’opera d’arte, cogliendone i tratti caratterizzanti e reinterpretandoli. La messa in scena originale ha anche consentito una condivisione con i familiari, nella fase di ricerca dei materiali da utilizzare, arrivando in alcuni casi a coinvolgerli direttamente, quando l’azione da rappresentare ha richiesto la partecipazione di più soggetti.

Un’altra bella esperienza, della quale conservare la  memoria significherà riprenderla dal prossimo settembre, nell’ottica di una differenziazione degli approcci al raggiungimento delle conoscenze, capacità e competenze.

Il Covid-19 ci ha costretti a cercare nuovi percorsi ed i sentieri come quello tracciato dai tableux vivants vanno valorizzati ed accresciuti, passo dopo passo, proprio come avviene da anni sul nostro Territorio.

Il dirigente scolastico

Michele Manzi 

TORNA SU