Saggio di strumento musicale in modalità didattica a distanza

Quando si dice “La musica è la colonna sonora della vita”.

Abbiamo iniziato l’emergenza Covid-19 protesi da balconi e finestre, cantando a squarciagola l’Inno di Mameli ed altri brani, nel tentativo di annullare la distanza sociale, alla quale eravamo obbligati. Poi, piano piano, ci siamo industriati a trovare forme più elaborate nella condivisione delle emozioni. Le tecnologie ci sono venute in aiuto ed emulando gli artisti nazionali ed internazionali tanti si sono prodotti in esecuzioni emozionanti. La musica di tutti, per tutti: nuovi brani sono stati composti, proprio con lo scopo di sostenere, ringraziare, abbracciare, sperare insieme.

I nostri Ragazzi e Ragazze dell’Indirizzo Musicale della scuola secondaria di primo grado, sostenuti nei tre mesi di didattica a distanza dai loro docenti, hanno proseguito lo studio di flauto traverso, chitarra, clarinetto e pianoforte e qui offrono un saggio della loro bravura.

A Loro, ai professori Marino Margherita,Rossi Aniello,Vitale Marcello,Scotto Galletta Giuseppe ed alle Famiglie, alle quali la Scuola è grata per l’aiuto dato in questi mesi, il mio GRAZIE!

Calorosi Saluti

Il dirigente scolastico

Michele Manzi

L’insegnamento strumentale costituisce integrazione interdisciplinare ed arricchimento dell’insegnamento obbligatorio dell’educazione musicale, nel più ampio quadro delle finalità della secondaria di I grado e del progetto complessivo di formazione della persona.
Esso concorre, pertanto, alla più consapevole appropriazione del linguaggio musicale, di cui fornisce all’alunno una piena conoscenza,integrando i suoi aspetti tecnico-pratici con quelli teorici, lessicali, storici e culturali, che insieme costituiscono la complessiva valenza della materia.
Sviluppare l’insegnamento musicale significa fornire agli alunni, destinati a crescere in un mondo fortemente segnato dalla presenza della musica come veicolo di comunicazione, spesso soltanto subita, una maggiore capacità di lettura attiva e critica del reale, una ulteriore possibilità di conoscenza, espressione e coscienza, razionale ed emotiva, di sé.

I professori:

Marino Margherita

Rossi Aniello

Vitale Marcello

Scotto Galletta Giuseppe

FLAUTO

CLARINETTO

CHITARRA

PIANOFORTE

TORNA SU